Chiama
Prenota
Mappa
Sconto del 10% sulle prenotazioni!

Piergiorgio consiglia: il Santuario Madonna della Corona

Oggi Piergiorgio ci porta alla scoperta di un luogo sacro, in grado di condurci indietro nel tempo. Ecco a voi il Santuario della Madonna della Corona.

Vorresti visitare una chiesa vicino a Verona? Oggi ti consiglio un luogo sacro decisamente unico nel suo genere, un posto in grado di incantare qualsiasi visitatore per la sua bellezza e originalità. Si tratta del Santuario della Madonna della Corona. Un luogo nascosto che vale la pena visitare e scoprire.

Siamo a Spiazzi, una piccola frazione sul Monte Baldo e oggi vi accompagno in un luogo molto suggestivo che vi darà benessere fisico, ma soprattutto spirituale. Con uno strapiombo di 774 metri sulla Valle dell’Adige, aggrappato alle rocce e sospeso tra cielo e terra, andiamo alla scoperta del Santuario della Madonna della Corona, luogo di silenzio e meditazione.

La storia del Santuario Madonna della Corona

La storia narra che intorno all’anno Mille, proprio sul Monte Baldo vi era un gruppo di eremiti, i quali, sentendo delle voci angeliche sulla roccia, trovarono una scultura rappresentativa dell’apparizione della Madonna con Cristo morto, abbandonato sulle ginocchia della Vergine. Questo fatto “miracoloso”, ha indotto la popolazione locale a costruire una prima chiesa con all’interno la statua, per proteggerla e realizzare un luogo sacro adiacente. Nei secoli successivi, vi furono diversi interventi di ristrutturazione, arrivando a completare interamente il complesso. Dopo i molteplici lavori di edilizia, la chiesa diventò ufficialmente il Santuario Madonna della Corona. All’interno, troviamo pregevoli opere scultoree in marmo bianco di Carrara e manufatti in bronzo, realizzazioni dell’artista Raffaele Bonente. Toccante è poi una parete interna realizzata per conservare gli ex voto, dove nei secoli chi ha ricevuto un segno dalla Madonna, ha lasciato una sorta di “dono” per esprimerle riconoscenza.

Come raggiungere il Santuario della Madonna della Corona

Per vivere intensamente la visita al Santuario, vi consiglio di raggiungerlo a piedi come i pellegrini, che da secoli rendono visita a questo luogo. Il sentiero inizia dal piccolo paese di Brentino Belluno, si sale poi attraverso il bosco e il Sentiero della Speranza con una scalinata e si prosegue nello sterrato. Dopo pochi minuti, si raggiunge una terrazza panoramica con vista sulla Valle dell’Adige. Proseguendo, si costeggia un tratto di roccia con l’ausilio di una corda d’acciaio a disposizione per camminare in sicurezza e si prosegue con un’altra scalinata fino ad arrivare alla grotta della Pietà. Dopo alcuni passi appare il meraviglioso santuario. Per raggiungerlo, si attraversa un ponte di pietra fino all’ultima ardita scalinata. Il percorso ha una durata di circa 2 ore, ideale per chi vuole provare una esperienza meditativa, come se fosse un vero e proprio pellegrino. In alternativa, esistono trasferimenti con autobus taxi o con la propria auto, parcheggiabile nelle zone riservate nelle aree di sosta al di sopra del santuario.

Affrontare il percorso de la Via Crucis che conduce al Santuario della Madonna della Corona è una esperienza unica che vale la pena provare, soprattutto se si vuole conoscere un luogo tranquillo e suggestivo. Questa chiesa vicino a Verona è un’ottima opportunità per organizzare una gita fuori porta in Veneto.

Il luogo è raggiungibile anche dall’alto, lasciando l’auto a Spiazzi e scendendo a piedi seguendo le indicazioni. Questo percorso è più agevole e più breve del primo.

Se hai bisogno di pernottare vicino al santuario, potrai prenotare all’Agriturismo di Ca’ Giulietta. Consulta la pagina contatti per ricevere maggiori informazioni e verificare la disponibilità.

Vuoi prenotare una camera qui vicino?
Verifica la disponibilità

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo ora!

Altri articoli

Vigne Verona: alla scoperta delle Vigne di San Pietro

Parco Sigurtà: relax nella natura vicino a Verona

Agriturismo vicino Verona: la storia di Cà Giulietta

Bike hotel: cos’è e come sceglierlo

Aquardens Terme Verona, un tuffo nel benessere

Piergiorgio consiglia: il Santuario Madonna della Corona

I consigli di Piergiorgio: un viaggio in barca sul Lago di Garda

Golf Verona: 18 buche per professionisti e amatori, vicino a Cà Giulietta

I consigli di Piergiorgio: da Cà Giulietta alla scoperta di Custoza

Parco acquatico Cavour: il divertimento e il relax a due passi da Cà Giulietta

Il Veneto in bici: ecco i migliori itinerari

La stella cometa a Verona: una tradizione che dura da 40 anni

I consigli di Cà Giulietta: Osteria del Fil De Fero

Alla scoperta dell’Arena di Verona. Piergiorgio ci racconta la storia della lirica

I consigli di Piergiorgio: viaggio alla scoperta di Giardino Giusti

Gardaland: il parco divertimenti più bello d’Italia

Tortellini di Valeggio sul Mincio e dintorni: il consigli di Piergiorgio

I consigli di Piergiorgio: Sommacampagna tutta da scoprire!

Biblioteca Capitolare Verona: la biblioteca più antica del mondo

Non solo lago: tutta la magia del Natale sul Lago di Garda

Alla scoperta di Isola della Scala e delle sue specialità culinarie

Parco Natura Viva: scopriamolo insieme

Villafranca di Verona: una gustosa merenda al Caffè Fantoni

Passeggiata a Verona e dintorni: il percorso naturale di Custoza

Torna il festival del vino Hostaria: tra tradizione, enologia e cucina

I consigli di Piergiorgio: Castel San Pietro a Verona

Cà Giulietta consiglia: i magici Mercatini di Natale a Verona

Piergiorgio consiglia: Campo di Brenzone, angolo unico sul Lago di Garda

Fiera Cavalli Verona 2023: un evento dedicato al mondo equino

I consigli di Piergiorgio: Museo Nicolis a Villafranca

Viaggio alla scoperta del Natale a Mantova

Piazza Brà, la più bella che ci sia durante la festa di Santa Lucia

Itinerari in bici: tra Veneto e Lombardia costeggiando il Mincio

Agriturismo Cà Giulietta © | Via barco 6 - Sommacampagna (vr) | P.IVA 03776620233 | +393384102745 | Privacy Policy | Cookie Policy | Prerefenze cookie